Sto preparando la rivoluzione, primi scritti confusi di un giovane poeta

Sto Preparando la Rivoluzione è la prima silloge del giovane poeta e autore Fortunato Picerno, o come li descrive lui stesso, i suoi primi scritti confusi. I temi trattati nella sua opera sono molteplici e per questo viene inserito in quella poesia che viene definita civile. Già questa scelta, sicuramente più impegnativa, differenzia l’autore dai … Continua a leggere Sto preparando la rivoluzione, primi scritti confusi di un giovane poeta

Le mille facce della stessa moneta, di Francesco Nucera – Recensione

Lasciamo da parte per un attimo le figure retoriche degli scorsi articoli e facciamo un tuffo nella letteratura italiana. Anzi, nel mondo della piccola editoria e degli autori esordienti. Perché, se è vero che nel belpaese sembrerebbero esserci molti più scrittori che lettori, è anche vero che in mezzo a tonnellate di letame letterario spunta … Continua a leggere Le mille facce della stessa moneta, di Francesco Nucera – Recensione

La classificazione delle figure retoriche. Un esercizio di stile?

Narriamo. In continuazione, senza nemmeno accorgercene. Raccontare storie è un aspetto così radicato dell’autocoscienza che non siamo nemmeno in grado di pensare a una cultura senza narrazione; non siamo in grado di pensarci se non attraverso il racconto.

Plasmiamo le parole per ottenere un effetto,le combiniamo per suono e significato, le organizziamo per sintassi, le associamo per ritmo col solo scopo di accendere la scintilla dell’interesse, per rendere la nostra narrazione unica. Lo diceva d’altronde Cicerone, uno che di retorica ne sapeva qualcosina: nella costruzione dell’argomentazione, che segue regole ben definite, esiste un momento chiamato electio che sottende a un concetto importante.

Continua a leggere “La classificazione delle figure retoriche. Un esercizio di stile?”

Io e Ernest, Pivano-Hemingway sul filo dell’amore, di Guido Guerrera – Recensione

“C’è chi crede che uno scrittore si metta al lavoro con la gaiezza di una fanciulla che va a cogliere margherite in un prato e poi scribacchia con la passione dell’amore versi su un taccuino, rossa d’eccitazione per quelle parole che sgorgano da sole fluviali. Il destino di chi scrive per professione è profondamente diverso, … Continua a leggere Io e Ernest, Pivano-Hemingway sul filo dell’amore, di Guido Guerrera – Recensione

L’essenza del Natale in 10 libri da non perdere

Prima di interrompere le pubblicazioni per le feste, ci fa piacere salutarvi con una lista di libri: dieci, tra romanzi e raccolte di racconti,  che a nostro parere racchiudono l’essenza del Natale. E voi, li avete già letti?  1) IL PASTORE D’ISLANDA, di Gunnar Gunnarsson (Iperborea, 2016). Perché in meno di novanta pagine è riuscito … Continua a leggere L’essenza del Natale in 10 libri da non perdere

La notte di Natale, di Selma Lagerlöf – Recensione

A pensarci bene, la nostra immagine del Natale ha molto di nordico. L’albero, la neve, le renne, Babbo Natale… Tutti elementi non presenti nei Vangeli, o meglio, sostanzialmente estranei alla Palestina, difficili da immaginare per quel 25 dicembre; ma capaci, in qualche modo, di sovrapporsi all’evento originario, andando a comporre quel mix di Fede cristiana, … Continua a leggere La notte di Natale, di Selma Lagerlöf – Recensione

Torna “Il Mangiateste” di Samuel Giorgi – GoWare edizioni

Dopo la prima uscita con Piemme (Gruppo Mondadori), ecco la seconda edizione del romanzo di esordio di Samuel Giorgi, Il Mangiateste, con GoWare edizioni. Dal 3 agosto in tutti gli store. Grazzeno è un paesino della Val d’Ossola che non ha niente di speciale. Se non fosse per quei tredici suicidi nell’arco di pochi mesi … Continua a leggere Torna “Il Mangiateste” di Samuel Giorgi – GoWare edizioni