Procrastinazione e scrittura: cronaca di una morte annunciata

Partiamo da un presupposto: quasi tutti gli scrittori (e per scrittori intendo chiunque abbia a che fare con il mezzo scritto per vivere – quindi anche copywriters et similia) che ho conosciuto sono personaggi con qualche biglia fuori posto, esistenzialmente parlando.
Molti di noi – la maggior parte forse – hanno necessità di uno scopo per muoversi.
L’assenza di un obiettivo porta all’ignavia, alla procrastinazione e all’immobilità in generale. È un difetto tanto più importante quanto la creatività e l’interiorità fanno parte di una persona, e si finisce così per avere dentro di sé incredibili storie che non si concretizzano a causa dell’incapacità di trasferire il pensiero nel mondo reale, di tramutare l’idea in azione.

Continua a leggere “Procrastinazione e scrittura: cronaca di una morte annunciata”

“A Closed and Common Orbit” di Becky Chambers – Recensione

Nel suo romanzo d’esordio – dal titolo A Long Way to a Small Angry Planet (sì, con tutte queste maiuscole, vezzo incomprensibile dell’editoria Americana) – già recensito qui, Becky Chambers mi ha preso al laccio con una scrittura veloce, piana e ricca di dettagli, empatica, in grado di descrivere a fondo l’universo della serie Wayfarers.
Ho iniziato ad aspettare il seguito nello stesso momento in cui ho chiuso il precedente titolo della serie e, come potrete ben immaginare, le aspettative erano piuttosto alte.
In un feticismo bibliofilo ho deciso di attendere l’uscita della versione paperback per il solo e semplice gusto di avere continuità nel tipo di copertina del precedente volume, e ho ritardato l’acquisto fino a prima delle ferie estive, in modo da godermelo in tutta tranquillità.
Beh, così non è stato.

Continua a leggere ““A Closed and Common Orbit” di Becky Chambers – Recensione”

Il Realismo Magico: Julio Cortazar, Storie di Cronopios e di Famas

Qualche tempo fa si parlava, da queste parti, di Realismo Magico. Di quel particolare e unico genere letterario che vive di fantasia e realtà, intrecciati l’uno all’altro secondo regole che sembrano precise ma che di preciso hanno davvero poco. Il Realismo Magico non è fantastico, non è weird, non è mainstream o qualsiasi altra etichetta vi possa venire in mente, eppure le comprende un po’ tutte.

Continua a leggere “Il Realismo Magico: Julio Cortazar, Storie di Cronopios e di Famas”

Il Realismo Magico: la zona di confine dove realtà e mito si incontrano.

Cosa succede quando la realtà si imbeve di qualcosa di ineffabile, quando il mito, il magico (non necessariamente la magia) e l’inspiegabile si intrecciano con le vite degli uomini? E cosa succede quando questa storia viene narrata in un libro e voi, che leggete e siete in grado di stabilire cosa è reale e cosa non lo è, d’improvviso siete incapaci di utilizzare lo spirito critico e vi lasciate travolgere da eventi meravigliosi?
Continua a leggere “Il Realismo Magico: la zona di confine dove realtà e mito si incontrano.”

“Metallo urlante” di Valerio Evangelisti

Titolo: Metallo Urlante
Autore: Valerio Evangelisti
Editore: Einaudi
Collana: Tascabili
Pagine: 244   
Formato: Brossura  
Prezzo: Euro 9,00  

copia-di-metallo-urlante-druillet-copertina-10-02-17

 

Metallo Urlante, di Valerio Evangelisti, è un libro quantomeno bizzarro. Se devo essere onesto con me stesso (e a maggior ragione con voi), non sono ancora riuscito a dare un giudizio definitivo.

Continua a leggere ““Metallo urlante” di Valerio Evangelisti”

Grande come l’universo, di Jon Kalman Stefansson

Autore: Jón Kalman Stefánsson Titolo: Grande come l’universo Editore: Iporborea Prezzo: 19 euro Pagine: 448 TRAMA «Le persone possono trasformarsi in una lacrima o in un pugno – a volte la differenza tra le due cose è molto sottile» e racchiude la storia di un’intera famiglia. Dopo aver mandato all’aria il suo matrimonio, la scrittura … Continua a leggere Grande come l’universo, di Jon Kalman Stefansson

The Long Way to a Small Angry Planet

Titolo: The Long Way to a Small Angry planet
Autore: Becky Chambers
Editore: Hodder and Stoughton
Anno: 2015

Pagine: 432
Lingua: Inglese


Trama e giudizio:

Un titolo particolare che nasconde molti indizi sul contenuto del libro. Libro d’esordio di una giovane autrice americana (sì, oltreoceano c’è ancora chi ce la fa a esordire con libri di sci-fi) The Long Way to a Small, Angry Planet è una space opera davvero particolare. Contiene tutti gli elementi del genere – lunghi viaggi spaziali, conflitti tra razze diverse, tecnologia per il viaggio FTL – senza per questo scadere nello scontato.

Continua a leggere “The Long Way to a Small Angry Planet”