Lovecraft: autore mediocre e razzista?

Una ventina di giorni fa usciva un articolo di Roberto Recchioni – fumettista e curatore editoriale per la Bonelli, oltre che autore dal 2015 della serie fantasy YA – sulla serie TV The Terror.

In una riga ho già messo sul piatto moltissimo: Roberto è uno di quei vulcanici personaggi che fanno tutto e riescono a farlo piuttosto bene, tanto che mi resta sempre il sospetto abbia trovato il modo per piegare le leggi dello spaziotempo. Quindi, oltre al suo lavoro di fumettista, romanziere e curatore si prodiga anche nello scrivere articoli e recensioni per diverse testate.

Continua a leggere “Lovecraft: autore mediocre e razzista?”

Hyperion, tra passato e futuro

Gli amanti della fantascienza sono abituati a sentir parlare di viaggi nel tempo. La cosiddetta quarta dimensione è appannaggio della letteratura fantascientifica da sempre, inserita in storie classiche o innovative, verso un flusso temporale che possa guardare al passato e – al contempo – al futuro. È curioso notare, però, come sia possibile una diversa interazione fra queste due identità temporali, … Continua a leggere Hyperion, tra passato e futuro

I figli della paura, di Dan Simmons

La Romania del ventesimo secolo non possiede più quel fascino misterioso che, solo fino a poco tempo prima, aveva osteggiato nell’immaginario stokeriano. Il paese soffre a causa della fame, gli stenti, le malattie colpiscono anche il più piccolo dei bambini, il tutto avviene nelle tinte rosso cupo di uno stato diviso dalla guerra civile e oppresso da un regime ancor più … Continua a leggere I figli della paura, di Dan Simmons