“Luce d’estate, ed è subito notte”, di Jón Kalman Stefánsson

“[…] dopo essermi occupato per molto tempo di tematiche più astratte e filosofiche, volevo scoprire cosa fosse la vita, la passione, la morte; e scrivere di quanto fosse difficile, a volte, vivere per un essere umano, uno qualunque, cercando di essere una brava persona, di avere una vita dignitosa, pur essendo allo stesso tempo un … Continua a leggere “Luce d’estate, ed è subito notte”, di Jón Kalman Stefánsson

Dodici libri (+ 6) in Siberia

libri e neve

Il 25 novembre, esattamente un mese prima del Natale, i nostri gemelli eterozigoti di Grado Zero ci hanno “costretti” a prendere parte a questo giochino.
Si tratta di scegliere un libro a testa da portare in Siberia, precisamente in una cabane. I nostri gemelli l’hanno ribattezzata “baita”, e per comodità l’abbiamo fatto anche noi. Ormai è diventata una convenzione letteraria. Se fossimo editori potremmo già lanciare il genere baitasiberiana, ma purtroppo ci occupiamo solo di pseduo critica, quindi niente da fare.
Fatto sta che dopo una ventina di giorni abbiamo stabilito che sì, forse eravamo pronti a rispondere. Ecco a voi l’imperdibile lista.
Continua a leggere “Dodici libri (+ 6) in Siberia”